Referenze

LIBERTÀ DI PROGETTAZIONE

Un immobile degli anni 70 a Disentis ha offerto uno spunto entusiasmante per una ristrutturazione. Il piano superiore di questa struttura, opera della penna dell’architetto locale Rico von Castelberg, allievo di Rudolf Olgiati, era in origine suddiviso in numerosi ambienti che facevano parte di un ambulatorio veterinario. Le istruzioni del committente prevedevano di formare un unico appartamento dall’unione di questi vani separati. Lo studio “Spacial Design”, che si trova nella vicina Trun, opera non solo nell’ambito dell’architettura e dell’interior design, ma si occupa anche della progettazione di arredi. Questo approccio interdisciplinare è tornato estremamente utile al fondatore dello studio, Patrick Rothmund, in occasione di questo progetto. Per questo appartamento ha elaborato soluzioni molto diverse tra loro, frutto della sua propensione alla sperimentazione. L’obiettivo del suo lavoro è l’elaborazione di concetti abitativi completi. E qui ha veramente avuto la possibilità di dare sfogo al proprio estro.

Il primo passo è consistito in una nuova impostazione degli spazi. Per sottolineare questa rinnovata suddivisione degli ambienti, Rothmund ha optato per un pavimento che offrisse la massima libertà di progettazione. Il piccolo formato del pavimento in parquet Formpark mini Rovere fumé 14 oliato naturale consente numerosi schemi di posa. Rothmund ha sfruttato abilmente questa caratteristica per ottenere diverse consistenze e sfumature. L’effetto si nota particolarmente bene nel passaggio dal lungo corridoio al soggiorno: mentre nello stretto corridoio le liste sono state posate tutte in senso longitudinale (schema di posa 8), per l’ampio soggiorno è stato scelto uno schema speciale, capace di conferire una particolare plasticità al pavimento che varia in base all’incidenza della luce (schema di posa 25). Il Rovere fumé crea un contrasto con le pareti chiare e si adatta anche molto bene agli inconsueti materiali da cui prende forma la cucina a vista. I frontali stuccati e levigati hanno un effetto quasi metallizzato. L’intero appartamento è ricco di analoghi e insoliti dettagli.

Ne sono un esempio i diversi mobili da incasso che Rothmund ha specificamente progettato per i vari ambienti. Anche in questo caso l’architetto ha lavorato con destrezza sulla planimetria. Nel soggiorno si è inoltre avvalso di numerosi espedienti ottici. L’armadio componibile presenta diversi livelli di profondità, fattore che regala alla stanza un look movimentato e tuttavia piacevolmente lineare. Il soffitto è stato ribassato e ridisegnato. Qui Rothmund ha volutamente impostato la forma archetipica del soffitto in maniera non simmetrica, anche sfalsandolo leggermente rispetto alla parete. Le linee geometriche vengono evidenziate dall’illuminazione inserita nel soffitto.

Persino il grande tavolo da pranzo è stato disegnato personalmente dall’abile ebanista, che si è ispirato allo stile alpino, pur reinterpretandolo completamente. La camera da letto, con tre vasche da bagno freestanding, attrae lo sguardo in modo particolare. Già l’ingresso nascosto da una porta a specchio promette qualcosa di sorprendente. Il letto, posto al centro della stanza, è incassato, come una parte degli elementi architettonici. È stato realizzato in fibrocemento, un materiale inconsueto per un mobile. La particolare estetica di questo materiale riprende il grigio della cucina, i giunti e le superfici del letto sono stati studiati fin nel più piccolo dettaglio. Si nota immediatamente il lavoro di un perfezionista che non ha avuto alcuna remora a sperimentare. Anche la parete posteriore della cucina in pietra, che confina con la camera da letto, non passa inosservata. Per poter utilizzare la pietra con effetto cristallino come elemento murale è stato necessario rinforzarla con un vetro. In questo modo la luce emette un magico bagliore attraverso la pietra traslucida: uno dei capolavori di questa elegante dimora.

Appaltatore: Privat | Architetti dell’interiore: Spacial Design, Trun | Posatore: Corsin Degonda | Parquet: Formpark MINI, Rovere e Rovere fumé | Fotografo: © Spacial Design

Related Projects

Start typing and press Enter to search